The Baron nella vetrina di Mercatopoli.

Dopo la mostra d’Arte Indigesta, tenutasi a Cassano d’Adda i primi di novembre, continua la eco di risultati di awareness sulla firma e sulla originalità della storia, il percorso e le proposte di riflessione di The Baron. Potrete seguire tutte le vicende e i nuovi appuntamenti attraverso i siti, i blog e i profili social in riferimento, un ampio circuito informativo che muove ca 40.000 contatti x giorno.

http://www.mercatopoli.it/index.php?id=20346

Invito all’happening con delitto!

Il delitto sarebbe non poter partecipare, ma sicuramente tutti arriveranno e verranno sconvolti dalla mostra/happening di The Baron.
A Novembre presso una splendida location in quel di Cassano d’Adda. Stay connect!

L’impegno per Fiera Milano e il filo conduttore si ripete.

Guardando a ritroso, analizzando gli incontri del passato e le casualità delle circostanze appare evidente di come Steiner, Aldo Calabresi, Bonini e Bob Noorda si ritrovino in circostanze diverse e disparate, ancora oggi, nella mia attività professionale.

Negli anni 70, quando frequentavo il liceo artistico a Milano, mi attirò una locandina della mostra di Albe Steiner, che ancora conservo come reliquia. Quando iniziai a lavorare in pubblicità conobbi Aldo Calabresi ed Ezio Bonini, due grafici puri, davvero stimati, che avevano già collaborato con Steiner, un trio uscito dalla fucina di Antonio Boggeri a cui si deve fondamentalmente la nascita della grafica moderna italiana.

 

Ebbi nel periodo di cambio di secolo un periodo d’insegnamento in una delle scuole in cui in passato avevano insegnato grandi grafici, tra cui anche Steiner.

Iniziai a lavorare per Fiera Milano per la parte illustrazione e realizzazione manifesti e comunicazione nel 1995, in passato avevo visto di sfuggita la nascita e battesimo del nuovo logo Fiera Milano, 1986, ad opera di Bob Noorda, nemmeno a farlo apposta, a distanza di 17 anni dovetti seguirne il restyling, ricostruendone a in un processo a ritroso la gabbia di struttura, nell’ambito della realizzazione della guida all’immagine coordinata del Gruppo Fiera Milano, potendo così seguire anche i lavori di costruzione del nuovo polo di Rho/Pero.

Ora si torna a parlare di comunicazione e realizzazione di manifesti per Fiera Milano, ritorna la proiezione della figura di Ezio Bonini che per almeno 20 anni seguì la realizzazione della comunicazione e dei manifesti di Fiera Milano. Casualità o filo conduttore; occasioni o predestinazione?

Appare evidente di come molti degli incontri fatti nella mia vita professionale poi tornino sotto forma di recupero, attraverso le commesse di lavoro, di esperienze vissute direttamente o per osmosi. La sequenza impressionante di figure professionali di rilievo avrebbero dovuto dare ai miei preventivi una marcia in più, in realtà, per la maggior parte dei committenti, quello che conta è solamente il preventivo e la possibilità di contenere il budget di spesa.

Il 50 sta bene nel 150!

Un gruppo nato e cresciuto nel mondo virtuale che ora, grazie agli incontri regionali, sta diventando davvero realtà. Tutti insieme i nati nel 1961 camminano verso l’evento del loro 50° che si svolgerà, come clou, il 21 maggio 2011 a Teano, se volete esserci contattate il gruppo in facebook altrimenti scrivete a evento1961-50@libero.it, riceverete ews e aggiornamenti sull’organizzazione dei 50 che stanno bene nei 150!

http://www.facebook.com/group.php?gid=64589842866stemma new

Un primo libro a cui forse ne seguiranno altri.

Una prima uscita in campo aperto di Marco Baroni nell’insolita veste di scrittore. Il libro diventa una prima realizzazione, un vero e proprio numero zero, che nelle intenzioni dell’autore dovrebbe servire da apripista per dar vita a un’intera collana di libri e manuali tecnici per trasmettere, diffondere, i trucchi, i segreti, i retroscena e sopra tutto la passione di un pubblicitario atipico per il disegno, punto di generazione del linguaggio universale, della creatività e della comunicazione. Cosa sarebbe l’uomo senza disegno? E ancora la pubblicità moderna senza disegno può trovare nuove forme di rinnovamento? La risposta è chiusa in queste 50 pagine in bianco e nero, rallegrate da alcuni disegni allegorici, on copertina e sovracoperta a colori, plastificata opaca.

Continua la lettura →

Un mostra per la grafica

Collezione Elia Barbiani – Giorgio Conti

Continua la lettura →

Parlare in animazione

Solo l’altro ieri leggevo l’intervista di un animatore romano che diceva che in Italia non c’è mercato per il film d’animazione mentre nel resto del mondo questo settore è davvero prolifico. Si forse è vero, in Italia, oltre alla grande crisi culturale che attraversiamo, si legge sempre meno e nemmeno più i comics. Figuriamoci poi col cinema d’animazione. Troppa fatica, è difficile che i giovani si indirizzino verso quel settore tanto difficile, quanto poco remunerativo. Per quanto mi riguarda trovo invece che nella pubblicità, parliamo di spot TV ovviamente, l’animazione e il cartoon sono sempre in uso, soprattutto ora che gli investimenti in pubblicità sono ridotti ai minimi termini ma vogliono però mantenere inalterate le qualità produttive. Allora ecco che l’animazione diventa un trattamento davvero diversificante, rispetto a tanti spot tristi e inconcludenti dal punto di vista della comunicazione.

Continua la lettura →

Programma training per Rolando Elisei


Uno dei migliori coiffeur italiani per il programma training e ampliamento rete franchising. Un folder di presentazione dell’attività in stile fashion con una serie di immagini che presentano Rolando all’opera nel backstage di manifestazioni di rilevanza internazionale. La possibilità di poter lavorare gomito a gomito con il parrucchiere delle Dive permette di assorbire una parte del suo carisma, della sua professionalità. È divertente vedere come, grandi professionisti nel proprio mestiere si ritrovino, accomunati dalla passione nella creatività, di comune accordo e in completa sintonia.

Calendario illustrato

Una serie di sei illustrazioni a tema per illustrare il calendario di una società di servizi di stampa digitale.

Continua la lettura →

Dalla terra dei cachi un grido risuona forte

Mai come di questi tempi possiamo dire che l’Italia è la terra dei cachi, almeno qui intorno, tra alberi spogli di foglie, risulta cartteristico, come colpo d’occhio, vedere una sequenza di alberi carichi di globi dorati.

Continua la lettura →